Pagina 777

Nella memoria mia di adolescente  Paginasettesettesette equivaleva a delle parole, a volte un pò sghembe, che disegnavano le voci mettendole ai bordi delle immagini che scorrevano.

Negli anni mi sono ritrovata spesso a fare questo gioco nei momenti in cui le voci erano tante, troppo lontane, troppo vicine, troppo confuse.

Oppure a farlo davanti a delle immagini o dei momenti in cui volevo cristallizzare il tempo e la memoria, sottotitolarli.

Che poi, meglio un 777 che un 666, no?!

(Shhhh…

uno spazio, sol-tanto)

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...